> Streghe, principi e re
Streghe, principi e re
corso di formazione sulla fiaba
Streghe, principi e re

STREGHE, PRINCIPI E RE
Corso di formazione intensivo sull'animazione delle fiabe

Le fiabe da sempre, rappresentano per i bambini gli strumenti attraverso i quali addentrarsi nel mondo degli adulti, comprenderne i meccanismi, le regole, i giochi di ruolo. Il mondo di fantasia in esse rappresentato corrisponde all’immaginario fantastico messo in scena dai bimbi durante il gioco, un mondo in cui i personaggi si dividono in buoni e cattivi, gli oggetti si trasformano ed hanno poteri magici e tutto è possibile. Attraverso le favole, i bambini attingono informazioni, partecipano immedesimandosi alle vicissitudini dei protagonisti. In questo senso, le fiabe, mantengono il loro senso più antico: attraverso le prove che di volta in volta si presentano, i protagonisti affrontano peripezie, combattono, cambiano, crescono. Inoltre esse rappresentano un modello rassicurante soprattutto nel finale. I finali ricompongono e rassicurano. In questo modo i bambini possono imparare che per ogni problema esiste una soluzione. In questo modo, riescono a controllare le loro paure, l’ansia, gli incubi della notte. Imparano, insomma, a misurarsi con se stessi e, in questo modo, ad affrontare i problemi della vita di tutti i giorni.
 
L’associazione Teatro dei Bottoni in collaborazione con Gradara Innova propone un corso di formazione sulla fiaba e su alcuni modi per rappresentarla ai bambini.

Il corso si sviluppa su tre moduli indipendenti e autoconclusivi. Su richiesta verrà rilasciato attestato di partecipazione


Modulo n. 2La voce e il ritmo nelle fiabe
Ad ogni personaggio la sua voce, ad ogni storia il suo tempo.
Attraverso tecniche di modulazione, intonazione, ritmo si lavorerà su esempi di lettura ad alta voce delle fiabe.

QUANDO: sabato 26 gennaio 2019
DURATA: 5 ore (dalle 14.30 alle 19.30)
DOVE: Teatro Comunale di Gradara - via Zanvettori
COSTO: € 20,00

ISCRIVITI SUBITO compilando il form a questo link> https://goo.gl/forms/cbR4NUsvhE0XfNel1

per informazioni  e iscrizioni - Gradara Innova
tel.0541964673 | 3311520659 (no sms) |info@gradarainnova.com | www.gradarainnova.it

Prossimo modulo (data da definire nel mese di febbraio:

Modulo n. 3E' una forchetta… no è un drago!
Come trasformare oggetti comuni in elementi di rappresentazione fantastica.
Attraverso un percorso laboratoriale si lavorerà su oggetti d’uso quotidiano trasformati in oggetti scenici, personaggi, elementi fantastici.

Modulo precedente (concluso):

Modulo n.1: Gli archetipi nelle fiabe
Riconoscere i personaggi e le loro funzioni in chiave emozionale.
Attraverso la lettura e l’analisi di alcune fiabe si riconosceranno degli elementi immaginifici che producono in ognuno di noi la stessa emozione.
L’orco, la strega
La principessa, il giovane
La matrigna
Il lupo
Il bosco
Ognuna di queste figure porta con sè un immaginario condiviso, e provoca una serie di emozioni, che impareremo a rappresentare.


Il formatore:

ROMINA MARFOGLIA (Teatro dei Bottoni)
opera da anni nell’ambito del teatro, sia in veste di attrice e regista, che in veste di operatrice teatrale. In seguito alla maturata esperienza nel settore è stata selezionata dal Teatro Stabile delle Marche per il Corso di Alta Specializzazione in Teatro Educativo e Sociale, apprendendo metodologie e pratiche dai più alti esponenti del teatro a livello nazionale.
Nel 2007 si diploma al Teatro Stabile delle Marche nel corso IFTS per operatori di teatro educativo e sociale.
Nel 2008 insieme ad altri operatori diplomati al corso, ha fondato l’associazione culturale Teatro dei Bottoni, con sede a Pesaro, che si occupa di diffondere e promuovere la cultura teatrale in ambito educativo e nelle aree del disagio.
Nel 2010 con gli operatori del teatro dei bottoni conduce laboratori teatrali per attori diversamente abili. e laboratori teatrali per adolescenti a rischio devianza (centro Osfin, Rimini)
Dal 2006 al 2010 ha collaborato con “Etra” associazione impegnata nella didattica dell’arte contemporanea per creare percorsi di arte visiva e teatro.
Precedentemente ha lavorato con l’Ass. Cult. Teatro della Luce come operatrice teatrale nelle scuole medie superiori, nei centri di aggregazione, scuole elementari, scuole medie inferiori della provincia di Pesaro e Urbino.
Come libera professionista è docente di tecniche espressive, pedagogia teatrale, dizione e fonetica presso alcune scuole e centri di formazione artistica (Hamlet School – formazione d’attore, Danz Art, centro di studi per la danza L’Etoile. E’ direttrice artistica del Garden Art Festival: i codici del contemporaneo.