> Stagione di Prosa Teatri d'Autore
Stagione di Prosa Teatri d'Autore
spettacoli a Gradara
Stagione di Prosa Teatri d'Autore

giovedì 26 gennaio 2017, ore 21.15

A QUELLI NATI DOPO DI NOI”.

Versi e pensieri di Bertolt Brecht

 

di e con FEDERICO PAINO

consulente alla drammaturgia Aldo Tenedini

 

“Non dimenticarlo mai: ora non è il momento adatto per vincere,

ma per combattere le sconfitte”.

B.B.

 

Il 14 agosto del 1956 fa moriva a Berlino Est uno dei più grandi protagonisti del Novecento: Bertolt Brecht.

Poeta, drammaturgo, regista, attivista politico Brecht è stato uno degli intellettuali più influenti della sua epoca

Noto soprattutto come autore di opere teatrali (tra cui L’opera da tre soldi, Madre Coraggio e i suoi figli, Il Signor Puntila e il suo servo Matti, Vita di Galileo) e fondatore dei Berliner Ensemble che diventò una delle più importanti compagnie teatrali europee, Brecht ha scritto anche numerose poesie, tra le più toccanti della lirica tedesca novecentesca.

A poco più di 60 anni dalla sua scomparsa, il recital di Federico Paino intende rendere omaggio all’eredità poetica di Brecht  e offrire la possibilità di conoscere più intimamente - attraverso i suoi versi e pensieri - questa straordinaria figura di poeta militante, che ebbe la capacità di fare della letteratura una vera arma di lotta politica, pur senza mai assoggettarsi ad alcuna autorità partitica.


info BIGLIETTI
T 0721 3592515 info Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino [dal lunedì al venerdì orario 10 - 13]
T 366 6305500 biglietteria [Al teatro di Gradara i posti non sono numerati. I biglietti possono essere acquistati il giorno di spettacolo dalle 17]

 

 

dalle 18.00 Palazzo Rubini Vesin

SCUOLA DI PLATEA

BRECHT SULLE SCENE

Inaugurazione mostra a cura di Aldo Tenedini

con la collaborazione di Peter Kammerer (Università di Urbino)

 

ore 18.30 Palazzo Rubini Vesin

SCUOLA DI PLATEA

incontro con Aldo Tenedini:

Brecht. Elogio del dubbio


 

giovedì 9 febbraio 2017, ore 21.15

STORIA DELLA COLONNA INFAME

da Alessandro Manzoni


con SILVIO CASTIGLIONI

e la partecipazione di GIORGIA GALANTI

consulenza letteraria Luigi Weber

drammaturgia Silvio Castiglioni e Giovanni Guerrieri

regia Giovanni Guerrieri

produzione Celesterosa

 

 

A conclusione de I Promessi Sposi, testo d’invenzione a sfondo storico, non compare il consueto vocabolo ‘fine’, spostato al termine della Storia della Colonna infame, testo da cui l’invenzione è bandita.

Manzoni ci mette così in guardia da una frettolosa soddisfazione per l’esito del romanzo, ci invita a proseguire la lettura oltre l’ultimo capitolo, e poi si impegna nell’esame di una vicenda storica che non ha conosciuto lieto fine, e che suscita un’indignazione che oggi attraverso il teatro si vuole rendere nuovamente intollerabile.

Lo spettacolo incrocia il doppio sguardo su una storia del ‘600 elaborata due secoli dopo dal Manzoni da cui affiora il fantasma della Città contemporanea, che divora se stessa e dimentica.


info BIGLIETTI
T 0721 3592515 info Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino [dal lunedì al venerdì orario 10 - 13]
T 366 6305500 biglietteria [Al teatro di Gradara i posti non sono numerati. I biglietti possono essere acquistati il giorno di spettacolo dalle 17]

 

ore 18.30 Palazzo Rubini Vesin

SCUOLA DI PLATEA

incontro con Domenico Scalzo (Università di Urbino)

Peste e diritto. Alcune riflessioni su tortura e diritti umani

a partire da La storia della colonna infame di Alessandro Manzoni

Locandina spettacoli AMAT a Gradara
Locandina spettacoli AMAT a Gradara
Locandina spettacoli AMAT a Gradara
Stagione Amata Provincia PU 2017